Note bio-bibliografiche degli autori premiati

NOTE BIO-BLIOGRAFICHE DEGLI AUTORI PREMIATI

PREMIO QUALITA’

Mario Bortòt
Nasco a Rovereto (Trento) nel 1963, terzo di cinque figli. Da giovane, oltre a praticare diversi sport, vengo promosso senza studiare troppo e mi cimento col violino. Dopo il liceo scientifico mi sposto a Milano per alcuni anni, dove frequento la facoltà di Informatica e mi laureo bene. Nel 1991 inizio casualmente a collaborare con un quotidiano locale (testata “Alto Adige”) presso il quale divento cronista, autore di pezzi di colore e vignette. Nel frattempo mi abilito all’insegnamento della matematica e conquisto un equilibrio totalizzante dividendomi tra le aule di scuola e la redazione (spesso anche notturna). Nel 2002 nasce Marta, mia figlia: da quell’anno, fino al 2007, abbandono la cronaca e seguo “esclusivamente” la pallavolo nazionale maschile per la testata “L’Adige” (più, al solito, “colore” e vignette). Ora insegno matematica a tempo pieno in una scuola superiore di Rovereto. Per il resto cucino, vado in bici (specialissima), ho il pollice discretamente verde e naturalmente non disdegno scrivere.

Marina Paolucci
Nasce a Milano, nel 1964, sotto il segno dell’Acquario.
Appassionata di scrittura, segue un corso di scrittura creativa tenuto d Raul Montanari e ottiene pubblicazioni nei siti web di alcune importanti Realtà: Perugina – per le frasi dei baci, Nivea, Swatch, Premio Antonio Fogazzaro, Nonostante l’Emofilia. Tra i vincitori del “Premio Qualità” – Premio Antonio Fogazzaro 2012 per la sezione Microletteratura e Social Network, e autore meritevole segnalato dalla giuria popolare. Pubblicazione cartacea e web.
Pubblica i suoi racconti nei volumi “Gente che scrive in 300 parole” e “Racconti di Natale”, entrambi pubblicati nel 2012. Presente con i suoi racconti nelle seguenti antologie edite nel 2013: “365 storie d’amore”; “Il magazzino dei mondi 2″; “Caro bastardo ti scrivo”, “Le donne e il mare”.
Lavora a Milano, dove vive con la figlia Marta. Ama l’arte in ogni forma espressiva.

Paolo Amato
53 anni, funzionario dell’Agenzia delle Entrate con delega alla scrittura. Spaccia parole per sedurre improvvisati scrittori suoi simili. Partecipa a concorsi letterari “per vedere l’effetto che fa”. Poi scopre che per vincere, non è sufficiente amare la letteratura: bisogna saper contare i “mi piace”! Nel suo paese lo riconoscono per strada e non gli chiedono l’autografo per non sembrare invadenti, ma le donne, da quando è poeta, lo seguono ovunque riempendolo di notifiche, sussurrando il suo nome e seminando puntini di sospensione… A volte si convince di essere qualcuno, ma fortunatamente è semplicemente Amato. Nel frattempo manda cartoline e confeziona epitaffi perché nella vita non si sa mai.
Si classifica secondo per la categoria “Mi Piace”, nella sezione “Microletteratura e Social Network” del Premio Antonio Fogazzaro, sia nel 2011 che nel 2012.

Melissa Costi
Nasce a Grosseto in un giorno d’aprile del 1986, frequenta il liceo delle Scienze Sociali, per poi conseguire una laurea in Sociologia presso la facoltà di Scienze Politiche di Bologna. Appassionata di fotografia e scrittura creativa, è nella parola scritta che riesce a decifrare pensieri, immagini, e riflessioni che talvolta rischiano di rimanere in silenzio. Approdando al mondo dei blog sviluppa ulteriormente questa passione unendola alla comunicazione e sperimentandone varie forme (diario, versi, poesie, immagini didascaliche). Nel 2010 ha partecipato ed è stata pubblicata all’interno del romanzo “Nano-scritti ai tempi di facebook. Un romanzo in dieci parole.” Fantasiosa ed eclettica è nella fotografia che riesce a fissare attimi e colori in uno scatto. Ha partecipato a vari concorsi fotografici, aggiudicandosi la vittoria al contest organizzato dal Photoshow 2013 in collaborazione con la rubrica tv “L’arca di Noè”.

PREMIO HUMOR

Maurizio D. Capuano
Sono un autore e attore teatrale, e un giorno avrò anche un lavoro vero, tranquilli. Ho frequentato L’Università Popolare dello Spettacolo di Napoli, un bel po’ di corsi di scrittura, recitazione, cucina e bricolage. Gli ultimi due, li ho inseriti solo per migliorare il curriculum. So che non vi frega, ma ho bisogno di rendermi simpatico a me stesso. Anche violentando l’italiano. Scrivo battute più o meno comiche, di certo migliori dei comici di Zelig, Colorado Caffè, Made in Sud e Lia Celi: lo so, è che mi piace vincere facile. Scrivo anche commedie, sceneggiature e tanto per abbassarne ancora di più la qualità, mi ritaglio spesso il ruolo da protagonista. Che però va sempre in bianco. Forse devo smetterla di scrivere storie autobiografiche.
PS: ho scritto anche un libro umoristico, ma visto che nessuno mi conosce, deduco che non l’avete letto. Pazienza.

Marcello Perugia
Nasce nel maggio del 1967, in un piccolo paese campano. Terzo di quattro figli, a 16 anni – e a cinque dalla morte del padre – si trasferisce, assieme alla madre e a due sorelle a Trieste. Da quel momento comincia a scrivere lettere e si innamora del jazz.
A 19 anni decide di tornare a Napoli: trova una casa in affitto e un lavoro. Dopo due anni, stanco di una vita piacevolmente tumultuosa, ma precaria, torna a Trieste. Risponde a un annuncio di lavoro e, mentendo sulle proprie capacità contabili, riesce a essere assunto come “ragioniere”. Lavoro che conserva tuttora. Nel 1996 si sposa e ha un figlio: è diventato adulto!
Nel 2009 subisce un delicato intervento al cuore che lo costringe a casa per circa due mesi. In quella occasione si iscrive a Facebook e ritrova la vecchia passione per la scrittura. Nel 2012, partecipa al concorso sulla pagina del Premio Antonio Fogazzaro, “Microletteratura e Social Network”, classificandosi 1° per la categoria Humor, 4° per la Qualità e 5° nella sezione “Mi piace”.

Sonia Tortora
Laureata in economia e commercio, da undici anni è responsabile ufficio paghe presso uno studio associato di revisori contabili, in provincia di Savona. La passione, la porta inoltre a conseguire il triennio di scuola estetica ottenendo anche la qualificazione di estetista, oltre a ottenere diverse cattedre nello stesso Istituto.
Scrivere è il grande Amore che le procura circa un centinaio tra vittorie e segnalazioni in concorsi letterari di prosa, poesia e haiku. I più recenti: 1° posto al concorso nazionale per racconti indetto dall’associazione “Il paese che non c’è” di Bergamo; 2° posto per racconti al concorso nazionale “Giacomo Massoli”; 1° posto al concorso haiku nazionale “Il Giappone nel chiostro”; 1° posto al concorso internazionale di haiku di Lendinara. Ha collezionato pubblicazioni con importanti Case Editrici nazionali (tra cui Delos Book, Edizioni della Sera, Fusibilia Editore).

PREMIO MI PIACE

Vittoria Alices
Nasco nel 1963 in un paesino della verde Irpinia; pecora nera di una famiglia borghese. Vita a colori, assai turbolenta.
Descrivo emozioni, sensazioni forti, trascorse e in atto, attraverso racconti semi-autobiografici scritti in un’ora, un giorno, un mese al massimo. Ne ho scritti un’infinità, dall’infanzia a oggi.
E racconto l’Amore.

Marina Lorena Costanza
Da bambina mio padre mi chiamava Marina. Da adulta sono Lorena per tutti .Costanza il mio cognome .Sono nata a Montemiletto, piccolo paese Irpino ,il 20 maggio1963 .Ho completato gli studi classici e ho mancato la laurea in Biologia per tre soli esami(… lo so, lo so!). Mi piace la riflessione e amo leggere . Da sempre “scribacchio” i miei pensieri. Non ho mai pubblicato né rivelato la mia passione. Il Premio Fogazzaro su Facebook mi ha trascinata nella folla telematica. Vivo a Napoli e non potrei fare a meno degli amici.

Carmelo Giuffrida
Nasce 66 anni fa, nella provincia di Messina. Da giovanissimo gira l’Italia e si stabilisce, circa 40 anni fa, per motivi di lavoro, in Calabria. Rimasto vedovo si dedica ai figli, liberi professionisti, e, più recentemente, alle due nipotine. Coltiva, da anni, l’hobby della lavorazione del legno, che è anche un’antica tradizione di famiglia. La passione per la scrittura arriva con il pensionamento da Ispettore Capo della Polizia di Stato. Ama scrivere poesie e brevi racconti. Dice di farlo per se stesso e per gli amici.
Nel 2011, partecipa al concorso indetto dal Premio Antonio Fogazzaro “Microletteratura e Social Network”, classificandosi al quarto posto nella categoria “Mi Piace”. L’anno successivo, sale un gradino, aggiudicandosi il podio.

PREMIO QUANTUM

Patrizia Benetti
Nasce nel 1961 a Ferrara, dove vive attualmente. Ama scrivere, in particolare genere noir e horror. Nel giugno 2012, pubblica “Racconti neri”, libro noir che si classifica secondo al Premio di narrativa nazionale Oubliwette, concorso letterario nazionale promosso dall’omonimo web-magazine.

One thought on “Note bio-bibliografiche degli autori premiati

Comments are closed.